Lenticchie e salsiccia sono un valido sostituto del cotechino o dello zampone, che per le nostre temperature siciliane sono davvero troppo grasse e troppo caloriche.

Le Lenticchie siciliane

Le lenticchie sono un alimento nutriente che possiede numerose proprietà benefiche. La tradizione vuole che durante il cenone di San Silvestro ci sia a tavola la lenticchia, simbolo di ricchezza e benessere e porta fortuna per il nuovo anno.

Per la vostra zuppa potete provare le ottime Lenticchie di Villalba, comune della provincia di Caltanissetta, o le lenticchie di Altamura che sono scelte per il loro sapore e per le loro dimensioni.

Lenticchie e salsiccia

La ricetta della Zuppa di lenticchie e salsicce, per 4 persone, richiede:

250 grammi di lenticchie, 400 grammi di salsicce con budello grosso, 250 millilitri di pomodori pelati (o polpa di pomodoro), una cipolla, una carota, sedano a piacere, prezzemolo, brodo vegetale.

La zuppa di lenticchie

Lasciate a bagno le lenticchie per un paio d’ore. Nel frattempo pulite e sminuzzate la cipolla, la carota e il sedano. Trasferite le lenticchie e gli odori in una pentola abbastanza capiente, poi aggiungete i pomodori pelati (anche datterini pelati), tagliati o la polpa di pomodoro, due dadi da brodo (o del brodo vegetale preparato poco prima) e una quantità di acqua sufficiente a ricoprire tutti gli ingredienti.

Lasciate cuocere per circa un’ora, mescolando di tanto in tanto, soprattutto nella fase finale della cottura. La cottura a questo punto dovrebbe essere a 3 quarti dalla cottura finale.

Nel caso le lenticchie non si fossero sufficientemente ammorbidite, allungate con dell’acqua e continuate con la cottura. Non mettete il sale durante la cottura. Ma solo alla fine.

La Salsiccia

La salsiccia è necessario richiedere quella con il budello grosso, possibilmente a rocchi, fatta con sale, pepe e finocchietto.

Cucinate la salsiccia, a parte, in una padella calda con un bicchiere abbondante di vino bianco e fate rosolare. Cucinate il più possibile senza far bruciare la salsiccia.

Badate bene, non bucate il budello, come da molti consigliato. Private la carne della sostanza e della morbidezza per lasciare una salsiccia secca e comunque grassa.

Non importa se all’interno ancora non è ben cotta, la cottura si concluderà nel passaggio successivo.

Zuppa lenticchie e salsiccia

Quando la salsiccia sarà abbastanza ben cotta, unite la zuppa di lenticchie. Proseguite nella cottura per altri dieci minuti, fino a far addensare la zuppa a proprio piacimento e concludere la cottura della salsiccia.

A questo punto aggiustate di sale. State attenti, perché la salsiccia avrà rilasciato il proprio aroma. E magari il tutto potrebbe pure non necessitare di sale.

Portare in tavola

Mettete il tutto in un grande piatto di portata e portate in tavola, sarà uno spettacolo per il vostro palato e per un finale di cena davvero strepitoso.

Potete aggiungere anche del pane tostato o dei crostini per accompagnare la zuppa.

E tu? Come prepari la zuppa di lenticchie e salsiccia? Hai qualche altro consiglio? Vuoi condividere un tuo segreto o un segreto che hai appreso nel tempo? Condividi la tua ricetta sarà un piacere poterla provare insieme!

Pin It on Pinterest

Share This