Indagine linguistica

 I nomi

della carne 

dal 2005

A Palermo

Una tesi di laurea

“I nomi della carne” è il titolo della mia tesi di laurea, prima di essere il nome di questo sito web.

La mia prima richiesta di tesi di laurea fu rivolta alla critica letteraria. Mi sarebbe piaciuto approfondire gli studi di Franco Fortini, come critico letterario. Il professore, allora mi disse che avrei dovuto aspettare almeno 2 anni per poterne fare solo la richiesta. Così mi diressi verso la sociolinguistica. Fu una materia che mi era molto piaciuta. Non quella in cui avevo avuto i massimi voti, ma l’avevo trovato molto interessante.

Per Vivere e per Passione

La carne

È questo il centro, sarebbe il caso di dire, il cuore della ricerca. Da qui si è tratto il glossario dei nomi della carne che questa tesi ha avuto il merito di raccogliere e conservare. Molte delle denominazioni, che si trovano qui, purtroppo, oggi, si sono estinte o sono in fase di estinzione. Il mestiere del macellaio non è più quello di una volta. La lingua, così come il mestiere, cambia, si evolve e qualcosa si perde, soprattuto nel dialetto. Anche gli strumenti scompaiono e con loro il nome che li definiva. Nella speranza di mantenere in vita alcune di queste parole, o almeno di fissarne il ricordo, è stata scritta, a suo tempo, la tesi; ed oggi, si pubblica questo sito.

Bovini e suini

La ricerca ha preso in considerazione principalmente le carni di provenienza bovina. La muscolatura del bovino, infatti, si definisce meglio di altri animali di piccola taglia. I nomi della carne suina e ovina, per esempio, prendono la loro denominazione dalla definizione bovina. Con delle eccezioni, ma appunto si tratta di eccezioni che sono state evidenziate. Non è stata presa in considerazione, invece, la denominazione della carne equina. Tradizionalmente questo tipo di carne non appartiene alla tradizione culinaria di Sciacca. Dal momento che è sconosciuta nella cucina popolare non si sono trovati informatori che fornissero elementi linguistici.

Bovino

agg. [lat. tardo bovīnus, der. di bos bovis «bove»]. – Di bue, dei buoi: bestie b.; allevamento b.; carne b.; fig., occhi b., grandi, rotondi e sporgenti, come sono quelli dei buoi e dei vitelli.

Suino

agg. [dal lat. suinus, der. di sus suis «maiale»]. – Di maiale, di porco: allevamento s.; macellazione s.; carne s.;

Caprino

agg. Di capra: lezzo c.; barba c.; piede c.;

%

COLLABORATIVO

Questo sito vuole essere aperto a chi legge in modo inclusivo e partecipativo.

Ciascuno può portare un ingrediente, foss’anche una sola parola è preziosa.

Contribuisci con la parola dialettale che conosci della tua zona di origine o della città in cui vivi.

Arricchiamo insieme il glossario. Scrivici!

Molti nomi della carne stanno scomparendo.

E chissà, magari, un giorno, si potrà arricchire questo sito con le denominazioni di pesce, frutta, verdura.
C’è un mondo tutto da scoprire! Condividiamolo!

blog per carnivori

Vucciria

Facciamo VUCCIRIA

Fare vuccirìa significa fare baccano, ma è anche un modo di dire per farsi sentire.

Su questo sito, Vuccirìa è uno spazio da costruire insieme per raccogliere la vostre voce, la vostra idea di cibo, di cucina e di cultura.

Uno spazio dove parlare e ascoltare.

Ma Vuccirìa è anche un grande mercato dove fare acquisti!

 

Cucina regionale

Vogliamo arricchire questo sito raccogliendo le vostre ricette di famiglia provenienti da tutta l’Italia.

Partiamo con le nostre ricette ma ci auguriamo che lettori e lettrici arricchiscano la pagina con i loro sapori e profumi.

Arrivederci